Dove sei: Prima pagina > Attualità > Ragusa > A Ragusa centro ... Continua
Attualità
RAGUSA - 12/10/2017
La realizzazione è stata resa possibile grazie anche alle donazioni

A Ragusa centro Piccolo Principe per bambini speciali

Ha una superficie coperta di 450 metri, e 120 metri di spazi esterni. Può accogliere fino a 40 bambini al giorno
Duccio Gennaro
Foto

Il lancio in cielo di tanti palloncini bianchi ha funto da gioioso corollario all’importante evento dell’inaugurazione dei nuovi locali di via Ducezio a Ragusa de «Il Piccolo Principe» (nella foto con in primo piano la presidente Melania Firrito), l’associazione onlus che si occupa dei bambini con deficit. Una domenica caratterizzata da un lungo open day con tantissime persone che hanno visitato la struttura all’avanguardia, realizzata interamente con i fondi donati con il 5x1000. Tra i presenti anche il Vescovo della Diocesi di Ragusa Carmelo Cuttitta, i Frati Minori del convento di Santa Maria di Gesù di Chiaramonte Gulfi, il sindaco di Ragusa Federico Piccitto e altre autorità politiche ed istituzionali, oltre naturalmente alle famiglie dei bimbi cui la struttura si rivolge, ai volontari, educatori, associazioni del settore, e tantissimi amici e sostenitori. Molto emozionata durante il suo discorso la presidente de «Il Piccolo Principe» Melania Firrito, che ha voluto con forza la nascita di questa struttura, nell’ambito di un impegno costante profuso ogni giorno da anni, con il sostegno di tanti e preziosi collaboratori. Poi l’omelia dei frati e il taglio del nastro con il già citato volo simbolico di palloncini bianchi, cui ha fatto seguito la benedizione di rito.

La nuova sede è stata già accreditata alla Regione Siciliana come centro diurno per minori disabili e conta di 450 metri quadrati di superficie coperta e altri 120 di spazi esterni. È in grado di accogliere fino a 40 bambini al giorno. Oltre ai locali previsti dalla normativa la sede si avvale di stanzette per lavoro individuale con educatore professionale, una stanza per la valutazione con specchio unidirezionale, un bagno attrezzato per le acquisizioni delle autonomie nell´igiene e cura della persona e una cucina a norma Haccp per la preparazione dei pasti.

Insomma, un gran bel traguardo per l’associazione onlus «Il Piccolo Principe», una sorta di «famiglia allargata» con un decennio di vita alle spalle e che si rivolge a bambini e ragazzini, alcuni dei quali affetti da sindromi rarissime, per farli prima di tutto stare bene. Gli ospiti diversamente abili dell’associazione rappresentano ciascuno un mondo a sé, formando una costellazione in quel microcosmo di solidarietà e di esperienze di vita vissuta di cui «Il Piccolo Principe» ha fatto il suo baluardo, la sua ragion d’essere e di esistere. E di strada l’associazione onlus ne ha fatta da quel lontano 2006: circa 60 ospiti nelle sedi di Ragusa, Donnalucata e Chiaramonte Gulfi, una squadra comporta da una trentina di persone tra educatori, volontari e genitori. E ora il raggiungimento dell’obiettivo forse più importante: la creazione della nuova struttura a Ragusa, all’avanguardia e dotata di tutti i comfort per gli ospiti che vengono accolti in un autentico focolare domestico. Perché le persone di cui si occupa Piccolo Principe sono speciali.

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl – P.Iva: 01404940882