Dove sei: Prima pagina > Cronache > Ragusa > Il 5 luglio si ... Continua
Cronache
RAGUSA - 07/06/2018
L´omicidio del bambino che scosse tutta l´Italia

Il 5 luglio si decide di nuovo il destino di Veronica su morte Loris

La Panarello è stata condannata a 30 anni di reclusione in primo grado
Redazione
Foto

Il prossimo 5 luglio si decide di nuovo il destino giudiziario di Veronica Panarello, accusata di aver ucciso il figlio Loris di 8 anni. La richiesta di assoluzione è stata ribadita alla Corte d’assise d’appello di Catania a conclusione dell’arringa della difesa della donna. La Panarello è stata condannata a 30 anni di reclusione in primo grado perchè accusata di avere ucciso a casa sua, a Santa Croce Camerina, il figlio Loris, strangolandolo con delle fascette e per avere poi gettato il corpicino in un canalone. L’imputata si è sempre dichiarata innocente, ammettendo tuttavia di aver lasciato il corpo del figlio in contrada Vecchio Mulino. La pubblica accusa ha chiesto la conferma della sentenza di primo grado. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 5 luglio per le repliche. Poi è previsto che la Corte si ritiri in camera di consiglio per la sentenza.

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl – P.Iva: 01404940882