Dove sei: Prima pagina > Cronache > Ragusa > Condannato il 27enne ... Continua
Cronache
RAGUSA - 07/11/2018
L´imputato aveva anche minacciato il parroco con una pistola giocattolo

Condannato il 27enne che aveva seminato il terrore all´oratorio

Il sacerdote si era costituito parte civile tramite l´avvocato Michele Savarese, chiedendo ed ottenendo un risarcimento simbolico di un euro
Cristiana Fede
Foto

Aveva creato un clima di paura all’oratorio salesiano lo scorso gennaio, arrivando addirittura a minacciare il parroco, utilizzando anche una pistola giocattolo priva del tappo rosso di sicurezza: per questi reati era finito in manette Alessandro Licciardino, ragusano di 27 anni già noto per vari reati. Ora l´uomo è stato condannato, con il rito abbreviato, ad un anno di reclusione dal tribunale di Ragusa. Il parroco si era costituito parte civile tramite l´avvocato Michele Savarese, chiedendo ed ottenendo un risarcimento simbolico di un euro. Il 27enne, secondo l´accusa, aveva seminato un clima di paura ed intimidazione, al punto da indurre molti genitori ad allontanare i propri figli dall´oratorio. L’epilogo della vicenda si era avuto a metà gennaio, quando il 27enne si era ripresentato in parrocchia, minacciando ancora una volta il parroco e mostrandogli, a scopo intimidatorio, una pistola, poi risultata essere giocattolo.

L´uomo nutriva astio per il sacerdote, in quanto "reo" di aver richiesto l’intervento della polizia per controllare un gruppo di persone che sostavano con atteggiamenti sospetti nei pressi degli ambienti parrocchiali.

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl – P.Iva: 01404940882