Dove sei: Prima pagina > Cronache > Santa Croce Camerina > Danneggiata e rubata ... Continua
Cronache
SANTA CROCE CAMERINA - 03/10/2018
Non c´è pace per la piccola vittima

Danneggiata e rubata da ignoti balordi la lapide del piccolo Lorys

Era stata fatta installare dal nonno materno su volere di Veronica Panarello
Redazione
Foto

Balordi senza scrupoli hanno prima danneggiato e poi portato via la lapide commemorativa dedicata al piccolo Lorys, il bambino ucciso il 29 novembre 2014 dalla madre, la 29enne Veronica Panarello, condannata anche in appello a 30 anni di carcere e dichiaratasi sempre innocente. Gli ignoti vandali hanno sottratto la targa di marmo fatta installare dal nonno materno, su espressa volontà della stessa Veronica Panarello, in contrada Vecchio Mulino (foto), nella zona dove il corpo senza vita del piccolo fu ritrovato in fondo ad un canalone.

Insomma non c´è pace per un bambino strappato così presto alla vita e in maniera così violenta, nell´ambito di un omicidio di cui gli inquirenti hanno ritenuto la madre quale unica colpevole ma che secondo la difesa presenta ancora punti poco chiari.

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl – P.Iva: 01404940882