Dove sei: Prima pagina > Economia > Ragusa > Nuovo stop al raddoppio ... Continua
Economia
RAGUSA - 13/02/2018
Il comitato chiede un incontro urgente a Roma

Nuovo stop al raddoppio della Ragusa Catania: vertice a Roma

E´ di nuovo stato di allerta nella previsione di un futuro nero per l´infrastruttura viaria
Duccio Gennaro
Foto

I ritardi sulla procedura di approvazione rischiano di far perdere parte dei finanziamenti pubblici per la realizzazione della Ragusa-Catania. Il concessionario ha consegnato al Ministero delle Infrastrutture il progetto definitivo e tutto lasciava presagire l’approvazione del progetto da parte del Cipe. Il comitato ha tuttavia potuto verificare che il Dipe (Dipartimento della Programmazione Economica del Ministero dell’Economia) ha sollevato «ulteriori perplessità» su alcuni punti, ed in particolare sul piano economico finanziario e sul mancato parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

Il comitato si è messo subito in stato di allerta, alla luce dei ritardi che si stanno accumulando, con rimpalli di competenze tra vari ministeri. Tutto questo fa tardare l’inizio dell’opera perché il «Finanziamento pubblico di fonte europea in capo alla regione siciliana» dovrà essere rivisto. Infatti già nel mese di marzo sarà oggetto di «revisione» sulla reale disponibilità per la realizzazione e attuazione dell’opera da parte degli uffici dell’ unione europea.

Per tali motivi, dopo una riunione tenutasi al comune di Francofonte, il comitato ha deciso di richiedere un incontro urgente con il Presidente del Consiglio dei ministri Gentiloni ed il Ministro Del Rio per chiarire ogni aspetto. Nell´incontro è stato anche concordata la mobilitazione dei territori con ogni azione utile per rappresentare la necessità di arrivare in tempi certi e oramai ineludibili alla realizzazione di questa vitale infrastruttura che pensata nel 1998 ha una storia burocratica di oltre 18 anni e che ancora deve essere completata.

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl P.Iva: 01404940882