Dove sei: Prima pagina > Sicilia > Messina > Gazzetta del Sud ... Continua
Sicilia
MESSINA - 15/09/2018
Grazie alla fusione tra la Ses e l´Editoriale Poligrafica

Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia passano al full color

Un unico gruppo editoriale che copre la Sicilia e buona parte del Sud Italia
Duccio Gennaro
Foto

Nuova veste e nuovo prodotto da oggi in edicola per Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia. E’ il primo risultato della nuova compagine societaria che ha visto la Società Editrice Sud (Ses) la quota di controllo del Giornale di Sicilia Editoriale Poligrafica Spa. I due quotidiani si rinnovano, con una nuova impaginazione pensata per agevolare la lettura, offrendo nuovi spunti giornalistici e tipografici. Le novità grafiche riguardano la testata, la leggibilità e il colore. Un «regalo» che la SES, guidata dal presidente Giovanni Morgante, offre al suo pubblico, per incentivare tra i giovani il gradimento del mezzo di informazione cartaceo che rischia sempre più di perdere appeal rispetto a quelli digitali, ma anche per incrementare l’affetto verso due realtà profondamente radicate sui territori di diffusione.

Il gruppo editoriale copre oggi buona parte del Mezzogiorno con una informazione completa e multimediale con i quotidiani Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia, le televisioni TGS e RTP, le radio RGS e Antenna dello Stretto e i siti web: alla Fondazione Bonino Pulejo di Messina, che svolge le sue attività non profit in Sicilia e Calabria. «La crisi -afferma l’amministratore delegato e direttore editoriale di Gazzetta del Sud Lino Morgante, presidente della Fondazione- non ha frenato la voglia di innovare in un settore, come quello dell’editoria, solo apparentemente maturo. La Ses ha accelerato il piano d´investimenti, anche grazie al credito d’imposta, e punterà, dopo il restyling di Gazzetta e Giornale di Sicilia al rafforzamento della parte industriale e rediotelevisiva. Contando sull’entusiasmo, e l’orgoglio dell’appartenenza, dei giornalisti, dei poligrafici e di tutti i componenti della nostra grande famiglia, che nonostante i pesanti sacrifici imposti dalla crisi economica e di settore continuano a credere in ciò che fanno e contribuiscono a garantire sempre un’informazione di qualità al servizio di sette milioni di calabresi e siciliani».

Il full color (presente in tutte le pagine di Gazzetta del Sud dal 2006, mentre il primo rinnovamento grafico risaliva al 1985) sarà una novità assoluta per il Giornale di Sicilia, che per la prima volta nella sua lunga storia viene stampato insieme con l’edizione di Messina-Sicilia della Gazzetta, nello stabilimento Ses di via Bonino a Messina dotato di una moderna rotativa KBA Commander capace di stampare fino a 96 pagine full color ad alta resa tipografica. «I lettori troveranno in edicola un Giornale di Sicilia nuovo nella veste, antico nel cuore - sottolineano il presidente e direttore Antonio Ardizzone e il vicedirettore del quotidiano Marco Romano - Un giornale che si porta dietro tutta la responsabilità, ma non il peso, dei suoi 158 anni. E che guarda al futuro con il coraggio - forse l’incoscienza – di chi crede ancora nel valore etico, sociale ed educativo di una informazione di qualità. Un giornale che vuole continuare a raccontare la cronaca e a scrivere la storia della Sicilia come fa ininterrottamente dal 1860. Analizzando e approfondendo, spiegando e commentando, denunciando e promuovendo. Con un abito moderno, snello, elegante. E tutto a colori. Con l´obiettivo di colorare il nostro futuro insieme ai nostri "gemelli diversi" di Gazzetta del Sud».

COSA CAMBIA NEI DUE GIORNALI
«Due giornali, una stessa architettura. Uno stesso cuore, due macroaree di diffusione diverse - spiega Sergio Juan, argentino, direttore dell’omonimo studio di design con sede a Barcelona, autore del progetto di restyling grafico voluto da SES - all’inizio sono stati studiati molti aspetti. I contenuti, il modo di raccontare le notizie, l´organizzazione della redazione e la produzione giornaliera, di conseguenza, il suo aspetto grafico. L´idea generale era di concepire due giornali con una stessa impostazione però con una grafica diversa, rivolti non solo ai lettori tradizionali, ma pensando anche a una nuova platea più giovane. Insomma due giornali molto leggibili e sorprendentemente facili da «navigare», con molta identità e immediatamente riconoscibili».

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl – P.Iva: 01404940882