Dove sei: Prima pagina > Sport > Ragusa > Passalacqua affida ... Continua
Sport
RAGUSA - 15/06/2017
Basket, A1: il play umbro ha già vestito il biancoverde per due stagioni

Passalacqua affida a Soli la regia. Arrivano 2 americane?

Il play umbro prende il posto di Julie Vanloo e si alternerà con Gaia Gorini
Duccio Gennaro
Foto

La Passalacqua affida ad Agnese Soli (foto) la cabina di regia. La giocatrice umbra, 30 anni, è la nuova playmaker biancoverde si alternerà nel ruolo insieme a Gaia Gorini. Gianni Recupido ha scelto una giocatrice italiana per il ruolo lasciato libero dalla belga Julie Vanloo. Una scelta strategica da parte del tecnico che intende riservare il posto delle straniere a due lunghe, possibilmente americane, in aggiunta alla già riconfermata Astou Ndour. Agnese Soli non è una novità per la Passalacqua avendo militato in biancoverde per due stagioni con una promozione dalla serie A2 alla A1 e la storica finale scudetto contro Schio il primo anno nella massima serie.

Coach Gianni Recupido spiega i motivi della scelta. «E’ una giocatrice che ho fortemente voluto –dice il tecnico ragusano- perché si adatta perfettamente alla nostra squadra. Si tratta infatti di una delle ultime play d´ordine che ci sono in Italia, un tipico play puro, e sono certo che potrà esaltare le caratteristiche della squadra che sarà formata da giocatrici che attaccheranno tutte il canestro. Non mi aspetto che faccia 30 punti a partita, proprio perché le giocatrici che dovranno segnare la maggior parte dei punti saranno altre, ma sono certo che potrà essere importante in termini di tempi di gioco e di ordine negli schemi».

Dopo i due anni a Ragusa, Soli ha giocato una stagione a Cagliari e nell’ultimo campionato a Broni, dove ha giocato una media di 31,5 minuti, totalizzando 5 punti di media, 3,5 rimbalzi, 3 assist, con 6,2 di valutazione totale di media a partita. «Credo che a livello di squadra ci siano dei grandi presupposti per far bene e per toglierci delle soddisfazioni – commenta Agnese Soli – e personalmente l´obiettivo sarà dare il maggior contributo possibile. Per quanto mi riguarda sono davvero felice di tornare a Ragusa, dove ho dei ricordi molto belli. Riguardo l´esperienza con questa società, è un ambiente dove si lavora bene e si è a contatto con persone sempre disponibili. Ho la fortuna di arrivare in una squadra dove conosco già delle giocatrici, e anche questo mi darà modo di potermi inserire ancora meglio. Ringrazio la società che mi ha dato questa possibilità».

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl – P.Iva: 01404940882