Dove sei: Prima pagina > Sport > Ragusa > Ragusa Rugby a ... Continua
Sport
RAGUSA - 11/01/2018
Rugby, serie C: domenica si gioca l´ultima giornata della prima fase del campionato

Ragusa Rugby a Reggio Calabria pensa già ai play off

Partita ininfluente ai fini della classifica, primo posto consolidato per i ragusani
Duccio Gennaro
Foto

Il Ragusa Rugby torna in campo dopo la sosta lunga un mese. Domenica il XV ibleo gioca sul campo del Cas Reggio Calabria per l’ultima gara della prima fase del campionato. Ragusa è primo in ogni caso con i suoi 38 punti e si è di conseguenza assicurato uno dei due posti utili. Bisognerà quindi aspettare ancora 80 minuti per conoscere il nome di chi farà compagnia ai ragusani, al termine di Cas Reggio-Ragusa e Amatori Catania 1963-Palermo. Pur se sulla carta la partita non ha diretta influenza sul Padua Rugby una vittoria sarebbe di buon auspicio per la seconda fase, anche perché dal campo di Reggio, almeno nell’ultimo decennio, i ragusani non sono mai riusciti a portare a casa il successo.

Ciccio Schininà (foto), vicepresidente del sodalizio ibleo e profondo conoscitore del campionato dice: «Non nego che vincere al San Cristoforo sia diventata un po’ un’ossessione. Il campo di Reggio è tradizionalmente ostico e vincere ci farebbe tornare dalla trasferta con il sorriso sulle labbra. Battute a parte, vincere a Reggio è importante dal punto di vista mentale, sarebbe una bella iniezione di fiducia in vista del play off, anche perché la squadra che affronteremo domenica non ha nulla a che vedere con quella che abbiamo battuto in casa alla fine del girone di andata. Andremo a Reggio per vincere, anche se, dopo un mese di pausa, non sappiamo in che condizioni fisiche giocheremo. Ma anche i nostri avversari sono rimasti fermi come noi, quindi si partirà alla pari. Da domenica sera penseremo sul serio ai play off, e cercheremo di capire quante reali possibilità di promozione abbiamo. Conosciamo i nostri limiti, i nostri problemi, ma anche il nostro potenziale. Con un pizzico di fortuna tra calendario e situazioni lavorative dei ragazzi, sono certo che possiamo divertirci fino in fondo».

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl – P.Iva: 01404940882