Dove sei: Prima pagina > Sport > Santa Croce Camerina > S. Croce vuole ... Continua
Sport
SANTA CROCE CAMERINA - 13/02/2018
Calcio, Promozione/D:: la vittoria in trasferta di Misterbianco fa salire le quotazioni

S. Croce vuole i play off. Il Ds Agnello: "Vietato sbagliare"

La squadra attraversa un buon periodo di forma, sabato in casa contro l´Erg
Federico Dipasquale
Foto

Il Santa Croce si gode la splendida vittoria sul Misterbianco che gli ha consentito di riconquistare la seconda posizione in classifica e di proiettarsi con grande fiducia verso l’obbiettivo dei play off. Con gli etnei è stata una gara di grande qualità quella giocata dagli uomini di Lucenti i quali, nell’arco dei novanta minuti, non sono mai entrati in crisi, cercando di imporre sempre il proprio gioco. Merito, soprattutto, della grande preparazione disposta dal tecnico biancoazzurro che durante gli allenamenti aveva studiato al dettaglio la disposizione tattica e le caratteristiche di gioco del Misterbianco. Altrettanto merito va ai giocatori scesi in campo che hanno svolto ogni compito dettato dal proprio allenatore, sopperendo il gap di un’assenza pesante come quella di Ciccio Leone. La squadra è entrata in campo con quella mentalità tanto auspicata da Lucenti e non per caso quella contro il Misterbianco è stata la migliore gara del Santa Croce in questa stagione. Nel match contro gli etnei inoltre si è visto un centrocampo da categoria superiore con Nicotra e Fiore sugli scudi e Giarrizzo sempre più in palla a dispetto della sua età. Infine l’attacco con Sammartino in non perfette condizioni fisiche che ha stretto i denti e il giovane Marino che per poco non timbrava la sua seconda rete stagionale.

"Le vittorie su Modica e Misterbianco sono state piuttosto importanti –dice il dg Claudio Agnello- La squadra ultimamente ha dimostrato di essere in salute e sul campo si sono visti i risultati perché contro il Misterbianco i giocatori sono stati bravi ad interpretare la gara avendo di fronte un avversario di spessore. Le successive gare saranno altrettanto difficili sotto l´aspetto mentale. Il campionato è in dirittura di arrivo ed ogni gara e ogni punto avranno un peso sempre più importante, motivo per cui adesso la squadra avrà l´arduo compito di tenere i nervi saldi e una concentrazione massima per dare continuità ai risultati. La società vuole disputare gli spareggi playoff e per farlo dovremo ridurre al minimo gli errori in quanto le altre concorrenti sembrano essere in salute tanto quanto noi".

E´ successo domenica:
Misterbianco-S. Croce:0-2
Marcatori: 5 pt ’Ravalli, 8’st Di Rosa

Misterbianco: Spina, Damoni, Oliveri, Pacini (24’st Russo), Giacone, Scuderi (8’st Mascali), Palazzolo, Maesano, Bonaccorsi, Luca (8’st Scapellato), Romano. All.re Di Maria

S. Croce: Campo, Greco, Ravalli, Nicotra (20’st Hydara), Alma, Jatta, Di Rosa, Giarrizzo (44’st Silva), Sammartino (43’st Lentini), Fiore, Marino (46’st Burrafato). All.re Lucenti

Arbitro: Marchioni di Rieti
Note: Ammoniti: Oliveri, Pacini e Palazzolo, Nicotra, Di Rosa e Jatta

Una squadra con qualità si vede nel lungo periodo e il Santa Croce alla lunga ha dimostrato di essere una squadra di qualità. Battuta addirittura in casa sua la ormai ex vicecapolista perché adesso è proprio la formazione biancoazzurra la nuova vicecapolista avendo superato con questa vittoria la compagine etnea di un punto. La formazione dei presidenti Agnello e Micieli ha incassato forse la più bella vittoria degli ultimi anni, venuta fuori casa contro una formazione che ha mostrato ultimamente delle crepe, debolezze che comunque non sminuiscono l’entità di questa vittoria del Santa Croce che ha giocato come detto la migliore gara della stagione e forse quella più bella per intensità degli ultimi campionati.

Nelle file biancoazzurre non era schierato titolare Ciccio Leone e, quantunque ciò, i ragazzi allenati da Lucenti si sono espressi egualmente al meglio dimostrando di aver recuperato tantissimo nell’autostima e nella lucidità mentale e vincente. Per tutta la gara il Santa Croce ha schierato un audace 4-3-3 dove i tre avanti erano Di Rosa, Sammartino e Marino, quest’ultimo che aveva dimostrato di saperci fare in questo nuovo ruolo sebbene ha sprecato un gol. Il Misterbianco è stata sorpreso dal gol a freddo ma, soprattutto, dall’ottima disposizione in campo del Santa Croce e dal livello qualitativo espresso dagli undici biancoazzurro, trascinati a centrocampo da un super Nicotra che ha giocato la migliore gara da quando è fra nel Santa Croce. Dopo cinque minuti di gioco da un calcio d’angolo del Santa Croce la sfera giungeva a Ravalli che, solo e smarcato, insaccava di testa. La reazione dei padroni di casa all’8’ era tutta in un calcio di punizione dalla trequarti che risultava senza esito. Al 27’ Bonaccorsi calciava di punizione dal limite ma il portiere biancoazzurro Campo compiva una prodezza rinviando la sfera. Nel resto della frazione regnava l’equilibrio con il Santa Croce che controllava la gara.

Nella ripresa all’8’ Di Rosa, in contropiede, raddoppiava per la sua squadra confermando l’ottima disposizione in campo dell’undici santacrocese. Misterbianco inerme e incapace di imbastire una reazione e Santa Croce sempre attivo. Al 23’ ancora Di Rosa aveva la possibilità di andare sul 3-0 ma clamorosamente tirava alto da dentro area e da buona posizione. Al 25’ ci provava Marino dal limite ma il suo tiro veniva parato dal portiere dei locali Spina. Misterbianco arrancava ma si portava in avanti e al 38’ Palazzolo si presentava sotto porta ma il suo tiro era alto. Sempre Palazzolo al 50’ si presentava solo davanti a Campo ma l’estremo difensore biancoazzurro ancora una volta compiva una grande parata.

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl – P.Iva: 01404940882