Dove sei: Prima pagina > Sport > Santa Croce Camerina > S. Croce vuole ... Continua
Sport
SANTA CROCE CAMERINA - 05/10/2018
Calcio, Eccellenza/: si gioca sabato a Mascalucia l´incontro in calendario per la quinta giornata

S. Croce vuole punti dalla trasferta contro S. Pio X

Il tecnico Lucenti potrà disporre di Leone e Di Rosa, al rientro dalla squalifica
Federico Dipasquale
Foto

Il Santa Croce gioca in anticipo sabato a Mascalucia contro il San Pio X con inizio alle ore 14,45 nella terza gara esterna di campionato. Le prime due trasferte hanno coinciso con due pesanti sconfitte per i biancoazzurri sebbene venute contro due formazioni di grosso calibro come il Palazzolo e l’attuale capolista Terme Vigliatore. Due sconfitte quindi che ci possono anche stare, sebbene evitabili, ma dalle quali il Santa Croce si è riscattato subito nei turni successivi in casa con due ottime prestazioni. Adesso il tecnico Lucenti vuole fare tesoro delle due esperienze negative, sperando che la squadra superi il tabù delle partite esterne e affronti la gara di domani con la giusta concentrazione e il corretto approccio per cercare di iniziare a fare punti pure in trasferta. Contro il Catania San Pio X però non è una partita senza insidie, ammonisce il trainer biancoazzurro, perché, a dispetto della posizione da ultima che occupa in classifica, la formazione etnea è una squadra dalle ottime capacità individuali e dal buon gioco collettivo. Il tecnico Lucenti almeno non ha problemi di formazione in quanto i suoi uomini sono tutti a disposizione e non mancano gli elementi importanti.

Rientrerà infatti dalla squalifica Ciccio Leone (foto) che rappresenta una spina nel fianco delle difese avversarie e sul quale il tecnico conta insieme a Leandro Di Rosa, che attualmente sta passando un ottimo periodo di forma, per dare spinta in avanti e creare buoni presupposti in chiave offensiva. «Andiamo ad incontrare una compagine di esperienza nella categoria –osserva il ds Claudio Agnello- e che di certo ha tutte le buone intenzioni di scalare la classifica. Per noi quindi test di spessore, importante anche per scacciare qualche spettro di trasferta che fin qui ci ha visto sempre sconfitti lontano dalle nostre mura. Mi auguro che la squadra possa interpretare al meglio la gara riducendo al minimo i pericoli e mettendo in campo quel temperamento e carisma che fin qui ci ha contraddistinto nelle gare casalinghe"

Versione classica di Corrierediragusa.it
Corriere di Ragusa Srl – P.Iva: 01404940882